Quando si inviano messaggi di posta elettronica a potenziali clienti, qual è la linea oggetto da utilizzare?

Bene, un oggetto e-mail alle vendite è ciò che un curriculum è alla ricerca di lavoro. Poiché quest’ultimo non ti farà ottenere un lavoro ma ti farà ottenere un colloquio, il primo non otterrà una vendita ma convincerà il tuo destinatario di posta elettronica ad aprire l’e-mail in modo che la tua copia abbia una probabilità combattiva di segnare una risposta.

Ora, come lo facciamo?

Vedete, le persone che ricevono tonnellate di e-mail hanno meccanismi altamente evoluti di gestione del sovraccarico di informazioni.

Lo strumento principale per farlo è un filtro euristico mentale che in una frazione di secondo mette alla prova la linea dell’oggetto rispetto alle seguenti domande:

=> È importante? (la lettura di questa email non mi farà licenziare o metterà in pericolo la mia vita?)

Sì, pensa a fattori primari: paura e avidità, risposta alla lotta o alla fuga; risparmia tempo e guadagna, quel genere di cose.

Esiste un fenomeno psicologico noto che gli esseri umani sono motivati ​​dalla paura della perdita più che da un potenziale guadagno. In questo senso, è più probabile che venga aperta una riga tematica “3 motivi per cui {{company}} subirà una violazione degli hacker” rispetto a “Come aumentare le entrate del 13%”.

Prendendo in prestito dalla psicologia un po ‘di più, le persone di solito si considerano razionali, ma ci sono molte prove che le decisioni sono guidate da stati emotivi e quindi giustificate dalla ragione.

E cosa di solito attira le corde emotive? Una bella storia Distillare una storia in un titolo e un titolo in una linea tematica è un mestiere e un’arte in sé (e una tana di coniglio degna di un post sul blog separato), anche se anche solo pensare a quello mentre si disegnano le linee del soggetto li renderà più potenti, traducendo in un tasso aperto più alto.

=> È rilevante? (Riguarda me, il mio prodotto, la mia compagnia, il mio hobby o il mio cane? Viene da qualcuno che conosco, come, amore, paura, rispetto, odio, risentimento, seguire o cui sono legato?)

Ecco dove costruire prima una connessione sui social media e la personalizzazione ripagherà a picche.

Mettiti nei panni del tuo destinatario che ha una soglia di attenzione sottile come un rasoio. Le e-mail che apre per prime provengono da: il suo capo, i suoi clienti, il coniuge, i suoi colleghi, il suo assistente amministrativo e i suoi subordinati, non necessariamente in questo ordine.

Nota che tu – un fornitore ancora sconosciuto – non sei in nessun posto in quell’elenco.

Ciò significa che la riga dell’oggetto deve comunicare chiaramente che questa e-mail non è 1) esplosione di vendite non mirata o 2) uno spuntino informativo “piacevole da sapere” o 3) spam.

Invece, dovrebbe gridare che questa e-mail riguarda esattamente lei, solo per lei e per lei.

=> È urgente ? (Morirò o vorrei morire se non leggessi questa e-mail in questo momento?)

Per questo motivo, i riferimenti temporali (domani, settimana prossima, calendario, data, ecc.) Nella riga dell’oggetto funzionano come un fascino.
Dobbiamo notare che puoi premere urgenza solo se hai anche il più piccolo livello di relazione con il destinatario. Se non ti conoscono, non riconoscere il nome della tua azienda, non fidarti di te, nulla di ciò che dici è urgente per loro.

=> È chiaro ? (Posso rispondere a queste tre domande senza disturbare troppo la mia corteccia frontale?)
In altre parole, la tua copia aiuta a classificare in modo rapido e accurato la riga dell’oggetto in una o più di queste tre caselle?

Ricorda il vecchio adagio dei giorni del marketing diretto:

“Una mente confusa dice sempre NO.”

Nella nostra era di attenzione al rasoio, ci vuole una frazione di secondo al destinatario per elaborare la riga dell’oggetto. Più facile e con meno attrito fai in modo che la riga dell’oggetto colpisca una o più di queste caselle di controllo, maggiore è la possibilità che la tua email venga aperta.

Con questo in mente, non usare una parola di $ 5 dove farebbe una parola di nichel. “Usa” invece di “utilizzare” … quel tipo di cose.

=> È facile ? Qualcosa che sembra complesso, può comportare ulteriori ricerche, coordinamento con gli altri, un tempo considerevole per la lettura, l’analisi e la risposta va nella cartella “Review Later”, che è un’etichetta politicamente corretta per “Trash”.

La copia breve è di solito il vincitore. I dirigenti di oggi soffrono di ADD causato dal consumo di contenuto di una focosite, quindi scrivi la tua copia e-mail per abbinarla.

La riga dell’oggetto promette un’e-mail di facile lettura, comprensione e risposta? In caso contrario, riscriverlo.

O, meglio, scrivere diversi e test A / B per open rate più elevato.

=> Per credito extra: è divertente? (Questo mi incuriosisce, mi fa sorridere o promette una correzione immediata di endorfine?)

Una parola carica emotivamente, una giustapposizione inaspettata, riferimenti a eventi attuali, celebrità, ecc. Farà il trucco. Usare con moderazione e cautela.

Alcune cose da non fare mai

  • Non includere Re: o Fd: per implicare una conversazione precedente se non ce n’era. È proprio una svolta del genere.
  • Non scrivere e-mail lunghe, se è il tuo primo raggio d’azione. Anche se è di qualità “Guerra e pace”, verrà ignorato, eliminato e / o contrassegnato come spam.
  • Non esca e cambia. In altre parole, l’oggetto deve corrispondere al messaggio. Idealmente, dovresti spiegare l’oggetto nella prima frase della tua e-mail, seconda parte.
  • Non scusarti. “Mi dispiace per aver interrotto la giornata, ma …” ti mette immediatamente in una posizione debole. Fai finta che il tuo destinatario sia bloccato in un deserto e le stai offrendo l’acqua.
  • Non fingere una connessione. “Sono stato colpito dal tuo profilo LinkedIn e ho pensato che potresti voler acquistare alcuni dei miei servizi SEO”. Non funziona mai
  • Non usare parole spam – è probabile che il tuo destinatario non abbia mai la possibilità di vedere questa email e il tuo punteggio del mittente ne risentirà.
  • Non fare TUTTO MAIUSCOLO.
  • Non fare nulla che ti impedisca di fare una cosa che dovresti fare: rendi veloce il tuo punto e chiedi qualcosa di abbastanza semplice che il tuo destinatario possa fare con risorse cognitive minime, tempo e attrito. E crea una linea tematica per eseguirne il backup.

ESEMPI
Questi sono alcuni esempi di persone che considero esperti di prospezione in uscita:
Jake Dunlap
Jake è CEO e fondatore di Skaled, aiutando le startup a costruire robusti motori di vendita. In precedenza, Jake ha diretto le vendite di Chartbeat, Glassdoor e Careerbuilder.

  • È ora di incontrarsi – {data}
  • Ti ho appena lasciato un messaggio vocale … ma ho pensato che potesse essere più veloce
  • Incontro con il nostro CEO {location} {date}
  • Seguito da [Nome del capo]

Scopri perché questi argomenti superano qui >>
Aaron Ross
Aaron Ross non ha bisogno di presentazioni. Basti dire che i suoi ricavi prevedibili sono assolutamente da leggere per chiunque sia nelle vendite interne. E se vuoi chiamare dibs sulla tua copia della sua nuova e migliorata edizione, puoi farlo anche qui>.

  • alla ricerca di un’introduzione
  • amici comuni con Julie Smith
  • mi è piaciuto il tuo recente discorso sul networking

Maggiori informazioni sul perché sono efficaci qui >>
Heather Morgan
Heather è la fondatrice e CEO di Salesfolk, dove crea e-mail B2B fredde e convincenti che sembrano umane e aggiungono valore, motivo per cui la sua copia e-mail ottiene 2-3 volte più qualificati delle e-mail normali.

  • quanto è competitivo il team di vendita di {{company}}?
  • 10x {{company}} di trazione in 10 minuti
  • Domanda sulla fedeltà dei dipendenti presso {{company}}

Puoi leggere perché queste linee tematiche tirano tassi di risposta incredibili qui >>
LeadGenius
LeadGenius è una soluzione di accelerazione delle vendite end-to-end che offre alle organizzazioni di vendita un modo più efficiente di prospezione. Non solo offrono un servizio straordinario, ma forniscono anche contenuti unici e utili per i guerrieri delle vendite interne.

  • Esempi di lead per {{company}}
  • Potenziali contatti per {{company}}
  • Ti ho trovato tramite {{FirstName}} {{LastName}}

Scopri perché questi argomenti superano qui >>.
* * *
Ora, non sono un esperto … e non ne suono uno in TV. 🙂
Ma invio molte e-mail B2B, come CEO e fondatore di ExecFile (un servizio di abilitazione delle vendite in modalità invisibile – pensa a Navigatore di vendita sugli steroidi).
E queste linee tematiche lo stanno uccidendo per me:

  • domanda veloce?
  • segreteria telefonica
  • {{firstname}} / congratulazioni
  • prossimi passi?

Puoi leggere l’intero post qui: Una guida completa sulle righe dell’oggetto e-mail per i DSP B2B e i team di vendita interni.

Ci sono alcuni buoni consigli su come creare un oggetto accattivante:

  • Rendilo breve e chiaro . L’oggetto e la prima frase di un’e-mail è ciò che farà aprire la tua e-mail.
  • Consegnare sulla riga dell’oggetto. Se stai vendendo, chiedendo feedback o offrendo una prova gratuita, dillo chiaramente nella riga dell’oggetto in modo che il potenziale cliente non si senta come se lo stesse ingannando.
  • Personalizza il più possibile . Più personalizzata è la riga dell’oggetto, migliore è aumentare la percentuale di apertura. Prova ad aggiungere il nome del potenziale cliente e il nome della sua azienda.
  • Non usare le stesse linee tematiche di tutti . Se ricevessi 10 e-mail al giorno con lo stesso oggetto, le apriresti? Nemmeno la prospettiva.
  • Evita le parole spam che potrebbero portare la tua e-mail direttamente nella cartella spam.

Puoi controllare qui e qui alcuni buoni consigli, consigli ed esempi sulle linee tematiche. Anche se hai l’approccio migliore, con i migliori contenuti scritti, se usi l’oggetto errato non riceverai la tua email. Quindi investi molto su di esso, test A / B per assicurarti cosa funziona per te e buona fortuna!

Ehilà!

Se vuoi andare dritto per le righe dell’oggetto email , eccole qui.

Tuttavia, penso che valga la pena dedicare del tempo a comprendere i meccanismi alla base di grandi temi. Ecco cosa suggerirei:

1. Evitare parole trigger SPAM

Se vuoi che quell’oggetto abbia qualche effetto, beh … è meglio prima atterrare nella casella di posta del destinatario e passare attraverso quei filtri antispam.

Per questo motivo, abbiamo messo insieme un ampio elenco di parole da evitare nell’oggetto dell’e-mail. Mentre alcuni dovrebbero essere vietati, per la maggior parte si tratta di contesto. È ora di essere creativi!

2. Tienilo breve

Una riga dell’oggetto più lunga di 45 caratteri potrebbe non apparire completamente nella posta in arrivo del destinatario.

Secondo Litmus, il punto debole è tra 4 e 15 caratteri, con un tasso di apertura del 15,2%. Anche i 28-39 caratteri sembrano funzionare, con un tasso di apertura del 12,2%.

Inoltre, tieni presente che circa il 40% delle e-mail viene inizialmente aperto su dispositivi mobili, dove lo spazio sullo schermo è ancora più scarso.

3. Personalizza

Il tuo destinatario sarà molto probabilmente un essere umano. E come tutti gli esseri umani, la cosa di cui sono più appassionati è … * rullo di tamburi * … se stessi! Se conosci il nome di quella persona, cosa che dovresti perché non compreresti mai le mailing list, perché non usarlo?

Conosci la loro posizione? Puoi renderlo rilevante? Vai avanti! Al contrario, cerca di non renderlo inquietante, o potrebbe ritorcersi contro.

4. Evitare TUTTI MAIUSCOLI e punti esclamativi !!!!

Ovviamente, queste non sono parole chiave di per sé, ma danneggiano in modo chiaro ed efficace la tua liberabilità. Inoltre, nessuno vuole aprire un’e-mail con tutti i limiti e un uso eccessivo della punteggiatura. Se non finisci nella cartella spam in primo luogo, potrebbero indirizzarti ad esso.

5. Prepara la tua proposta di vendita unica

Dì loro cosa c’è dentro, specialmente se non ti conoscono. Non li invieresti via email se non avessi una buona ragione, quindi chiariresti perché dovrebbero interessarsene.

6. Sii coerente

Non fare clickbait, non fare false promesse. La riga dell’oggetto deve corrispondere al contenuto della tua e-mail, altrimenti finirai per finire in una lista nera e avrai perso tempo per te e per i tuoi destinatari. Inoltre, non mi piacerai più.

7. Rilascia un nome

Questa è una email fredda? Sei stato segnalato da qualcuno che conoscono personalmente? Vai avanti e rilascia quel b … Voglio dire, quel nome! Può significare che non stai guidando l’oggetto della tua e-mail, ma se il tuo referral è forte, lo apriranno comunque come cortesia alla tua conoscenza reciproca.

8. Scegli un bel nome mittente

Pensi che qualcuno vorrebbe ricevere un’e-mail da [e-mail protetta] ? No, non lo farebbero. Inoltre; non possono nemmeno aggiungerti alla loro rubrica.

Pensi che qualcuno vorrebbe ricevere un’e-mail da [e-mail protetta] ? Ancora una volta, sicuramente non lo farebbero e probabilmente non guarderanno nemmeno l’oggetto.

A seconda della situazione, potresti decidere di usare qualcosa di formale, come il tuo nome completo, o qualcosa di più amichevole, come il tuo nome. Ancora meglio, aggiungi il nome della tua azienda, anche se solo il nome della compagnia sembrerebbe un po ‘freddo.

Se ti capita di essere il CEO di Google – potresti non aver bisogno di saperlo ma comunque – vorrai che il tuo nome di invio sia simile a “Larry di Google”.

9. Usa l’umorismo

Non aver paura di usare i giochi di parole ed essere divertente. La newsletter di Halloween di Spirit Airlines si intitolava “Pumpkin, Please”. In realtà, la maggior parte delle loro comunicazioni è puntuale e divertente e aiuta a trasmettere il loro messaggio senza intoppi, anche quando consiste principalmente in offerte.

Se il tuo destinatario ti conosce già e pensi di poterti permettere di farlo, allora perché non condurre con le prime parole di una breve battuta? Sicuramente li incuriosirà e, se il tuo gioco di parole non è zoppo, li farà ridere. Diavolo, il mio prossimo argomento sarà “Un ragazzo entra in un bar …”

10. Fai una domanda

Una domanda interessante relativa alla persona dell’acquirente del destinatario può fare miracoli. Ad esempio, se sono venditori, vai su “Stai facendo questi errori e-mail freddi?” può attirare efficacemente la loro attenzione.

Ho – come dovresti – abbonarmi alla newsletter di Ramit Sethi. Essendo questo uno dei più grandi imprenditori in circolazione, ogni e-mail è fondamentalmente un consiglio concentrato o inestimabile. Il che non gli impedisce di dedicare tempo e fatica a produrre brillanti temi. L’ultima e-mail che ho ricevuto da lui mi ha colpito con la riga: “Questo è barare?”

Cosa sta tradendo? COS’È? Sì, ho cliccato. Ne valeva la pena.

11. Usa i numeri

Hai cliccato su questo articolo, vero? Sono abbastanza sicuro che mettere un numero all’inizio del titolo abbia a che fare con questo. Lo stesso vale per le righe dell’oggetto dell’email. Se stai scrivendo a un marketer, probabilmente qualcosa sulla falsariga di “5 errori SEO che stai commettendo” li solleticherà. Inoltre, i numeri tendono a risaltare quando sono circondati da parole ovunque.

Sentiti libero di trattare l’oggetto come un titolo di un articolo di blog.

12. Partecipa alla competizione

Se stai cercando di vendere qualcosa a qualcuno, probabilmente qualcun altro sta facendo lo stesso, alle stesse persone. Se ritieni davvero che il tuo prodotto o servizio sia migliore di quello dei tuoi concorrenti, mettiti in contatto con i loro clienti e sentiti libero di guidare con qualcosa come “Meglio di {Concorrente}”, o -per renderlo divertente- “{Concorrente} ci odia !”.

È semplice, se puoi davvero dimostrare il valore del tuo prodotto rispetto a quello dei tuoi concorrenti, scegli i loro clienti facendo riferimento direttamente a loro.

13. Tempo giusto

La corretta tempistica della posta elettronica può essere un modo efficace per connettersi, non solo perché catturerai il tuo destinatario nel miglior momento possibile, ma anche perché potrai approfittare di quel tempo per trovare un titolo pertinente. Sta succedendo una vacanza particolare? C’è un evento speciale a cui potrebbero essere presenti nell’ora dopo aver ricevuto la tua email? Se è così, menzionalo!

Se desideri maggiori consigli sull’e-mail fredda in generale, dai un’occhiata al blog Prospect.io !