Come rendere Marketing Automation un successo per la mia azienda

Un forte processo di gestione dei lead richiede che i professionisti del marketing B2B rispondano a ciascuna prospettiva all’interno del ciclo di acquisto. Tuttavia, man mano che la tua azienda cresce, comprendere e rispondere in modo rilevante all’interesse dell’acquirente è quasi impossibile da eseguire manualmente. Per garantire che i tuoi sforzi di marketing siano rivolti a clienti e potenziali clienti con i messaggi giusti al momento giusto, l’integrazione di una piattaforma di automazione del marketing nel tuo sito Web è fondamentale.

Ecco alcune cose che ogni organizzazione dovrebbe prendere in considerazione per rendere Marketing Automation di successo per la propria attività.

  1. IL TUO PROCESSO DI GESTIONE LEAD: Anche con le statistiche sconcertanti sull’adozione e sui vantaggi dell’automazione del marketing, altre ricerche dimostrano che molte organizzazioni non hanno raggiunto un livello di maturità dei processi e quindi non ottengono il massimo valore dai loro investimenti di automazione. Dovresti considerare:
  • Identificare i tuoi contatti. Sviluppa i tuoi acquirenti e quali sono le loro domande di acquisto.
  • Creazione di una struttura di punteggio / classificazione per i tuoi lead. Cosa renderebbe un potenziale cliente un vantaggio “A”?
  • Mappatura di campagne educative per le tue diverse persone. (Inizia in piccolo e poi cresci.) Cinque
  • Identificare quando passerà il marketing porta alle vendite. Un buon punto di partenza è quando un potenziale cliente raggiunge un determinato punteggio / grado.

Una volta sviluppate queste aree di processo, l’automazione sarà più semplice da configurare. Al contrario, non avere questi processi in atto prima dell’acquisto ti lascia molto poco da automatizzare.

  1. COMPETENZE DEL TUO TEAM: far crescere un team di specialisti di automazione del marketing in grado di gestire una piattaforma di automazione del marketing efficiente non è un compito facile. Le competenze necessarie per essere una superstar dell’automazione del marketing – qualcuno che può stare con la gente tecnica ma anche parlare un linguaggio “creativo” del marketer – può essere difficile da trovare, in particolare tra i professionisti con un background manager di marketing più tradizionale.

Ecco alcune competenze che prenderei in considerazione quando creo il tuo team di automazione del marketing o se sei una piccola impresa che cerca di assumere una persona per eseguire i tuoi sforzi di automazione del marketing:

  • Marketing: conoscere e comprendere il pubblico e gli utenti; comunicare proposte di valore; per gestire campagne e messaggi
  • Vendite: capire i clienti; comprendere il ciclo di acquisto; per aiutare con il punteggio di piombo
  • Analytics: avere una profonda conoscenza dell’analisi web e una capacità di dare un senso a tutti i dati che verranno raccolti; per valutare le metriche e formulare raccomandazioni
  • Manageriale: per mettere tutto insieme – e nel caso di aziende più grandi, gestire il personale diversificato di specialisti (cioè lavorare con il team di progettazione per creare presentazioni visivamente accattivanti, siti Web, e-mail, landing page)

Dirigenti, ricordate anche che molte di queste abilità possono essere sviluppate sul posto di lavoro. Vorresti solo assicurarti che il tuo nuovo assunto abbia il senso dell’urgenza e la passione per far crescere le proprie capacità di marketing e tecnologia.

  1. I TUOI OBIETTIVI E OBIETTIVI GENERALI: Un cambiamento che è avvenuto in questa nuova era del marketing B2B (che adoro) è stato il passaggio dall’arte alla scienza. Gli esperti di marketing non sono più considerati come il team che fornisce solo opuscoli fantasiosi, swag per fiere e presentazioni powerpoint. Ora, le organizzazioni stanno cercando i loro team di marketing per contribuire a generare entrate – eppure molti dipartimenti di marketing non hanno ancora adottato questo stato d’animo quando esaminano l’automazione del marketing.

Prima di acquistare l’automazione del marketing, assicurati di determinare gli obiettivi e gli obiettivi del marketing dal punto di vista delle entrate. Una volta eseguita l’implementazione, utilizzare la soluzione insieme ai report CRM per tenere traccia, eseguire il benchmark e generare report su queste metriche.

  1. LA STRATEGIA DEI TUOI CONTENUTI: Non puoi automatizzare il marketing se non hai nulla da inviare ai tuoi contatti, quindi è indispensabile avere contenuti pertinenti che favoriranno il dialogo lungo ogni fase del ciclo di acquisto. In una recente conversazione con un collega marketer, ho chiesto che tipo di contenuto stava inviando ai suoi lead. La sua risposta è stata “una newsletter trimestrale è il nostro più grande invio”. All’altro estremo ci sono aziende che inviano molte e-mail ma non hanno una strategia o un framework di contenuti. Di conseguenza, i loro risultati stanno cadendo abbastanza piatti.

Il contenuto di qualità non solo mostra ai tuoi clienti che conosci la tua attività, ma crea anche un senso di affidabilità, aumenta il tuo posizionamento nei motori di ricerca e, se fatto bene, aiuta a “riempire la canalizzazione”.

Mentre consideri una piattaforma di automazione, dai un’occhiata alla maturità dei tuoi sforzi di marketing. L’acquisto di una piattaforma di automazione è valido solo per le persone, i contenuti e i processi che hai implementato. Altrimenti pagherai per un servizio che non stai utilizzando, ma dovresti esserlo!

Uno strumento di automazione del marketing può trasformare la tua azienda in un’attività di successo – è inevitabile, ma è importante notare che ciò non avviene dall’oggi al domani.
Non è un caso che le aziende stiano esternalizzando l’automazione del marketing a società partner esperte. Ecco cosa facciamo noi di MI DIGITAL per renderlo efficace per le attività dei nostri clienti.

Per cominciare, devo sottolineare che qualsiasi strumento di automazione del marketing è inutile se non aiuta un’azienda a raggiungere i suoi obiettivi. Questo è il motivo per cui, prima di procedere con l’innovazione, la costruzione e l’implementazione di soluzioni su misura, dobbiamo imparare il più possibile sull’attività dei nostri clienti, in modo da poter identificare la posizione attuale del mercato e le esigenze uniche.

Una volta ottenute le informazioni richieste, è possibile creare lo strumento di automazione del marketing: dall’impostazione per raccogliere e analizzare i dati preziosi, all’utilizzo dello strumento di automazione del marketing per accelerare le attività ripetitive e manuali e renderle ancora più facili.

Elaborare questi big data senza un sistema di marketing automatizzato su misura non è fattibile, semplicemente perché questo strumento è in grado di valutare le informazioni, identificare modelli, prendere appunti su dati insoliti e fornire report utili e approfonditi per il team di marketing.

I team di marketing e i responsabili del marketing possono quindi utilizzare il processo di personalizzazione e test per perfezionare il loro approccio e migliorare la strategia. Ciò si tradurrà in una migliore esperienza del cliente non solo in termini di servizi e prodotti, ma con il marchio stesso.

E questo è esattamente ciò che riguarda l’automazione del marketing: efficienza, affidabilità, attività di marketing accelerate, minori spese, coerenza e flessibilità.

Se si desidera raccogliere tutti i vantaggi che il software di automazione del marketing ha da offrire, deve essere attentamente implementato ed eseguito. Un’attenta implementazione consente alle aziende di integrare gradualmente questo sistema e di abituarsi facilmente ai propri dipendenti.

Riferimento

Ogni azienda ha le proprie esigenze e preferenze, ma credo che ogni azienda che ha un qualche tipo di processo di vendita e / o marketing possa trarre vantaggio dall’automazione del marketing.

Ecco alcuni esempi dell’uso dell’automazione del marketing per diversi tipi di società.

E-commerce :

  • salvataggio di carrelli abbandonati ,
  • coinvolgere nuovamente i clienti precedenti,
  • eseguire il mix di prodotti del negozio adatto alla segmentazione ,
  • visualizzare consigli sull’uso di caselle di contenuto dinamiche sul Web e nei messaggi,
  • inviare codici promozionali per anniversario, ad es. per compleanni.

Soloprenuers :

Anche se sei un solopreneur puoi sfruttare l’automazione del marketing. Ecco un articolo di Pam Neely che lo spiegherà in profondità: Simple Marketing Automation for Solopreneurs – GetResponse Blog

piccole e medie imprese

  • tenere traccia del comportamento dei visitatori ,
  • personalizzare la comunicazione,
  • coinvolgere nuovamente i clienti.

Aziende di livello aziendale :

  • eseguire la segmentazione dei clienti,
  • lead qualificati ,
  • organizzare campagne educative .

Siti di contenuti :

  • fornire contenuti più coinvolgenti,
  • fornire contenuti direttamente agli interessi degli utenti,
  • informare sui contenuti più recenti / importanti.

Infine, ho preparato due articoli del mio collega Michał Leszczyński sull’uso dell’automazione del marketing in settori specifici:

  • Come attrarre, coinvolgere e trattenere gli studenti con l’automazione del marketing – GetResponse Blog
  • Come aumentare le prenotazioni dei siti Web di viaggio, automaticamente – GetResponse Blog

Disclaimer: sono Brand Evangelist presso GetResponse.

Disclaimer: sono impiegato presso User Engage, quindi la mia opinione potrebbe essere parziale.

Ciao!

Il software di automazione del marketing può essere incredibilmente utile per qualsiasi azienda, ma sono necessarie conoscenze su come utilizzarlo in modo efficiente. È come con qualsiasi altro software o attrezzatura: il software migliore e più costoso non vale nulla se nessuno sa come usarlo in modo corretto ed efficiente.

A volte penso che come le aziende non sappiano davvero cosa fare con un sistema MA e non sappiano quali compiti possano essere svolti rapidamente da una macchina, non usano la maggior parte delle funzioni offerte dal sistema (e sono sprecare soldi in questo modo) o cercano di automatizzare tutto. Per far sì che l’automazione del marketing abbia successo, devi prima capire con cosa l’automazione del marketing può aiutarti e cosa non può fare.

Cosa può fare l’automazione del marketing:

  • generare, segnare e coltivare i tuoi contatti
  • coinvolgi i tuoi clienti (inviando loro newsletter, per esempio)
  • segmentare il database dei clienti
  • personalizzare le newsletter
  • aiutarti a mostrare apprezzamento per i tuoi clienti fedeli (inviando loro uno sconto, ad esempio)
  • raccogliere dati sui tuoi nuovi e futuri clienti (monitorando e registrando le azioni dei visitatori del tuo sito Web)
  • mantenere i dati esistenti chiaramente organizzati e archiviati in modo sicuro

Cosa non può fare l’automazione del marketing:

  • Risolvi i problemi interni della tua azienda
  • Crea una strategia di marketing infallibile per te
  • Chiudi le offerte
  • Parla con clienti importanti
  • Parla con clienti infelici (se un cliente ha un reclamo, devi occuparti di lui personalmente)
  • Inventa i processi di marketing e poi eseguili (il primo che devi fare tu, sfortunatamente)
  • Configura se stesso o aggiungi nuove opzioni da solo (di solito è MOLTO brutto ogni qualvolta un software lo faccia!)

Inoltre, esiste un numero enorme di sistemi MA disponibili, quindi scegliere quello che fa per te potrebbe essere un problema. Prima di decidere, devi parlare con il tuo team dei tuoi obiettivi, delle tue aspettative e di quanto puoi spendere per il sistema. Sarebbe una buona idea annotare quali caratteristiche sono particolarmente importanti per te (facile da usare? Veloce? Con un buon supporto? Flessibile?) E quindi scegliere quella più vicina al sistema “ideale”. Prima di acquistare un sistema completo e pagare l’abbonamento, utilizzare una versione di prova gratuita: per verificare la facilità d’uso del sistema, trovare rapidamente le funzioni necessarie, la velocità con cui funziona e non ci sono problemi rilevanti. Se sei interessato alla soluzione MA, potresti dare un’occhiata al nostro strumento, User Engage? È veloce, facile da usare, flessibile e conveniente anche per le piccole imprese!

Saluti!

Perché Marketing Automation fallisce?

La ragione principale per cui un’automazione del marketing fallisce è

  • Quando i marketer non riescono ad avere un terreno fertile prima di implementare Marketing Automation. &
  • È destinato a fallire quando non hanno gli strumenti per garantire il flusso di cavi che entrano nella loro canalizzazione.

Cosa fare al riguardo?

Usa un CRM adatto!

Sempre più aziende (dalle grandi imprese a oggi) stanno spostando la loro attenzione sul CRM.

Scopri cosa ha da dire IBM sull’integrazione di Marketing Automation con SugarCRM

“IBM non è solo un partner ma anche un utente di Sugar. Lo zucchero è un prodotto estremamente impressionante. Ho implementato e gestito il sistema di automazione del marketing all’interno di IBM. [Nella distribuzione di IBM], abbiamo l’opportunità di pensare a come possiamo utilizzare i sistemi di automazione del marketing in IBM insieme a questa potentissima funzionalità CRM di SugarCRM. “ Chris Wong , vicepresidente di IBM

Cosa possono fare per te l’integrazione di questi due?

  1. I tuoi clienti ottengono un’esperienza cliente ottimizzata da tutti i punti di contatto
  2. I tuoi rappresentanti di vendita acquisiscono la capacità di comprendere il contesto di marketing
  3. Gli addetti alle vendite forniscono le migliori informazioni ai vostri esperti di marketing per le campagne di marketing
  4. Estrai il massimo dai precedenti programmi di marketing.
  5. I tuoi dati sono ora sincronizzati

Riepilogo : le aziende di oggi stanno progredendo integrando queste due tecnologie. L’integrazione di SugarCRM e Marketing Automation è un modo efficace per incrementare le vendite, sviluppare eccellenti programmi di marketing e, soprattutto, offrire ai tuoi clienti un’esperienza indimenticabile con te.

Spero di esserti stato di aiuto. Se hai bisogno di informazioni su SugarCRM o hai bisogno di una consulenza di qualsiasi tipo, non esitare a contattarmi qui

Fonte: Marketing Automation e CRM

Probabilmente dovresti iniziare con email a freddo. Questo ti aiuterà a risparmiare un sacco di tempo. Ci sono molti strumenti che ti aiutano in questo. Alcuni (ad es. Found [1]) ti aiuteranno anche a raggiungere il tuo obiettivo (nel caso in cui tu non sappia ancora chi sono, o stai solo cercando di espandere i tuoi contatti) utilizzando i social media, come LinkedIn.

Tuttavia, se hai intenzione di investire in strategie di marketing, dovresti anche pensare all’entrata. Invece di dire semplicemente alle persone di acquistare il tuo prodotto / servizio, istruiscili sul tuo mercato, sui loro dolori e su come possono evitare situazioni difficili. L’uso sia del marketing in uscita sia inbound ti aiuterà a migliorare la copertura e la pertinenza sul tuo mercato.

Quando istruisci i tuoi clienti, probabilmente preferiresti iniziare con contenuti introduttivi, come le spiegazioni del mercato e la risoluzione frequente delle domande. Ecco alcune buone soluzioni che ti aiuteranno a ottenere i tuoi contatti più velocemente:

  1. Hubspot: hanno tutto il packaging per te, dalla SEO (Search Engine Optimization) alla gestione del marketing di posta, blog e lead. Se hai bisogno di una soluzione “taglia unica”, eccola.
  2. Marketo – Un’altra ottima soluzione. Non è completo come il primo, ma è sicuramente più economico. Marketo ha anche un’ottima esperienza utente e ti guiderà facilmente a trovare ciò di cui hai bisogno.

Tuttavia, non puoi scommettere tutti i tuoi sforzi su di esso, ad un certo punto avrai bisogno di strategie di marketing in uscita, che diffonderanno il tuo messaggio allegato alla rilevanza che avrai già nel tuo mercato. La chiave del successo sta nel trovare l’equilibrio tra entrambi e nel dare la migliore esperienza ai tuoi clienti.

Le note

[1] Caratteristiche: Found.ly

In qualità di fornitore di automazione del marketing, collaboriamo con migliaia di esperti di marketing in tutto il mondo. Le aziende che riescono con l’automazione del marketing generalmente condividono alcune caratteristiche:

  • Avere almeno 1 persona a tempo pieno dedicata al marketing
    Le piccole aziende in cui nessuno è realmente un marketer di solito mancano delle competenze e del tempo richiesto non solo per l’automazione del marketing, ma per un marketing efficace in primo luogo.

    Nota che non ho detto “dedicato all’automazione del marketing”, questo di solito non è necessario a meno che la tua azienda non sia di medie dimensioni o più grande, nel qual caso diverse persone potrebbero essere utenti a tempo pieno dell’automazione del marketing

  • Avere un flusso di piombo solido già oscillante o almeno funzionante
    Le aziende che lottano per generare lead spesso guardano all’automazione del marketing come una soluzione – ehi, dice che è automatico 😉

    L’automazione del marketing non risolverà un problema di flusso di piombo. Si prega di guardare indietro al primo punto sopra. Se hai uno o più marketer a tempo pieno e non hai ancora un flusso di lead ragionevole, hai un problema personale (potrebbero essere i marketer, potrebbe essere la leadership). Il tuo team (di una o tre dozzine) non capisce il tuo mercato e come raggiungerli con messaggi efficaci. L’automazione non ti aiuterà fino a quando non lo risolverai.

  • Leadership impegnata nella crescita
    Spingere un’organizzazione alla crescita richiede impegno. Ciò significa spendere soldi per le giuste risorse (soprattutto persone fantastiche, strumenti di automazione del marketing sono una frazione del costo complessivo di un’organizzazione di marketing efficace). Significa forza mentale e pazienza: capire il tuo mercato, le strategie di messaggistica e crescita può essere difficile. Fallirai in più punti. Devi avere grinta e impegno a livello di leadership per vedere queste cose.

Le aziende che mancano di uno di questi punti tendono a comportarsi male e lottano per crescere. Hanno anche buone probabilità di sprecare soldi nell’automazione del marketing mentre cercano di trovare la loro strada.

Vorrei raccomandare di concentrarsi sul sistema MA che consente di avere successo in ogni fase della canalizzazione di vendita. Ho notato che la maggior parte dei fornitori di soluzioni MA ti consente di coltivare lead attraverso i loro strumenti ma dimenticando la parte essenziale: la generazione di lead.

Questo è il motivo per cui suggerirei di utilizzare Engageform integrato con le migliori piattaforme (HubSpot, MailChimp).

Engageform è uno strumento eccezionale per generare e profilare lead di qualità superiore attraverso contenuti interattivi. Pannello intuitivo per la progettazione di quiz, sondaggi, sondaggi, valutazioni o formati di feedback. Facile da condividere e indirizzare il traffico verso il tuo sito web. Utile per ottenere dati auto-dichiarati. Scopri come funziona in poche mosse e come utilizzare i lead generati in questo modo per far funzionare l’automazione .

Innanzitutto, scopri come arricchire facilmente i tuoi contenuti con moduli interattivi: è bene sapere che i contenuti interattivi sono persino due volte più efficienti dei contenuti passivi e che i quiz sono le forme più condivisibili attraverso i social media.

Sembra meglio, no?

Ora vediamo come fare alcune domande attraverso i quiz …

È un ottimo modo per ottenere dati auto-dichiarati direttamente dai lead. È possibile utilizzarlo durante la profilazione di potenziali clienti, la creazione di approfondimenti e-mail e la preparazione di offerte su misura.

Quindi hai lead e dati auto-dichiarati ora – fantastico! Andiamo avanti. Non è necessario trasferire questi dati ovunque.

Integra Engageform con HubSpot o MailChimp e i tuoi dati verranno automaticamente trasferiti sul tuo account della piattaforma di marketing. I campi di sincronizzazione formano contenuti interattivi con HubSpot o MailChimp.

Automazione del marketing senza collegamento mancante:

  • Lead Generation – Engageform
  • Dati auto-dichiarati per una migliore profilazione – Engageform
  • Lead Nurturing – piattaforma di marketing preferita

Tutte le mosse sono integrate e facili da sviluppare!

Non esitate a contattarmi. Divulgazione: lavoro a 4screens

Ecco un articolo che potrebbe aiutarti. Ma ecco anche la mia risposta:

Penso che la cosa più importante per cominciare sia conoscere i tuoi obiettivi di business. Ad esempio, ecco un imbuto di un’azienda SaaS:

  1. Converti conduce agli utenti di prova
  2. Converti gli utenti di prova in clienti paganti
  3. convertire i clienti in clienti fedeli
  4. Converti i clienti fedeli in promotori

+

  • Spingere i cavi con impegno basso a cavi con impegno elevato
  • Riattiva i lead che stanno scivolando via
  • Recupera gli utenti della versione di prova che stanno scivolando via
  • Recupera i clienti che stanno scivolando via

Questi sono solo esempi, ma ogni campagna antigoccia dovrebbe avere un obiettivo aziendale molto specifico.

Il prossimo passo potrebbe essere quello di verificare le “pietre miliari del successo” che potrebbero avere i tuoi acquirenti. Prendiamo ad esempio il primo obiettivo aziendale (convertire i lead in utenti di prova). Quali sono le informazioni chiave di cui il tuo acquirente ha bisogno? Inoltre i contenuti che lo educano? Quindi inviagli e-mail che sono collegati al loro interesse con intenzione utile. In questo modo costruirai fiducia e avrai una reputazione più alta, quindi il tuo vantaggio diventa più coinvolto. Se una pietra miliare del successo può essere che ottiene qualcosa, ma al fine di ridurre la “paura”, è possibile ridurre il prezzo o la complessità creando un’offerta standalone a basso costo che fa parte della tua grande offerta.

Inoltre, puoi richiedere piccoli impegni nelle serie di e-mail come noi sui social media, rispondere alla mia e-mail, inserirci nella whitelist, ecc. Alla fine della giornata, sarai in grado di chiedere loro di acquistare perché puoi sempre fare un ragionamento logico: “Non scaricheresti il ​​nostro ebook gratuito se non ti interessasse la nostra offerta. Questo è il prossimo passo logico per te! ”

Se hai tutti questi viaggi dell’acquirente, traguardi di successo, offerte e contenuti diversi, l’unica cosa per te è disegnare l’intero processo.

Utilizzare tecniche di automazione basate sul comportamento. Ad esempio, se un messaggio di posta elettronica viene inviato, un giorno dopo controlla se il lead l’ha aperto o meno. In caso contrario, inviarlo di nuovo con un’altra riga dell’oggetto! Se lo ha aperto, controlla se il lead ha agito come volevi (ad esempio compilando un modulo, facendo clic su un link, visitando una pagina, ecc.) E puoi continuare con queste azioni in mente. Non è così difficile pianificare un sistema di flusso di lavoro e-mail basato sul comportamento che invia il messaggio giusto alla persona giusta al momento giusto.

Dopo aver impostato l’automazione, controlla le statistiche e trova i colli di bottiglia. E puoi modificare il tuo sistema di gestione automatica dei lead nel modo in cui i tuoi lead ne hanno davvero bisogno, interpretando i dati nel modo giusto e chiedendo le impressioni dai tuoi lead.

Potrei darti una risposta adeguata?

Per avere successo con l’automazione del marketing, è necessario avere successo con il marketing manuale.

Senza un forte processo di marketing, l’automazione ti consentirà di deludere più rapidamente le persone.

Un robot è eccezionale nell’esecuzione delle istruzioni. Fa esattamente quello che gli dici. La domanda è più su come dare al robot buone istruzioni .

Ora, cos’è un processo di marketing che funziona? Hai bisogno di un dialogo provato che trasformi gli estranei in contatti. Hai bisogno di un dialogo comprovato che trasformi i lead in acquirenti. Hai bisogno di una finestra di dialogo collaudata che rallegri gli acquirenti esistenti in sostenitori.

Senza un modo provato di convincere le persone, non c’è nulla da automatizzare.

Bene, è necessario considerare alcuni fattori importanti prima di implementare un programma del genere. Non si tratta di implementazione, si tratta di esecuzione. Assicurati che la tua squadra sia a bordo con il programma. Assicurati di convertire i lead e dare seguito alle campagne. L’intero scopo dell’automazione del marketing è quello di offrirti strumenti per commercializzare con successo.